MENU
bansky

Al Cecchetti L’uomo che rubò Banksy

L’uomo che rubò Banksy (The Man Who Stole Banksy) è il film che sarà proiettato domani 11 e mercoledì 12 dicembre al cinema Cecchetti. Si tratta del terzo appuntamento della nuova rassegna cinematografica dal titolo Wall Movie, ideata e curata da Giulio Vesprini in collaborazione con l’Azienda dei Teatri.

Nel 2007 lo street artist, noto come Banksy, mette la sua firma anche sui muri di edifici privati e pubblici in Palestina. Un gesto clamoroso che porta l’attenzione del mondo sul conflitto israelo-palestinese.

La pellicola, diretta da Marco Proserpio e narrata da Iggy Pop, racconta la storia dello sguardo palestinese su un’arte di strada di matrice occidentale e sui messaggi che la street art veicola sul muro che separa Israele dalla West Bank. Ma è anche il racconto della nascita di un mercato parallelo, tanto illegale quanto spettacolare, di opere di street art prelevate dalla strada senza il consenso degli artisti.

Il film evento alterna riprese fatte in strada in diversi paesi e interviste a esperti (giornalisti, professori universitari, galleristi, avvocati) e a personaggi chiave del mercato parallelo della street art.

Due gli spettacoli in programma: alle 18.30 e alle 21. Ingresso a 8 euro.

Sempre legata all’arte urbana è la mostra Saluti dal porto allestita nei locali dell’ex pescheria a Civitanova Alta, in via del mercato. Centotrenta foto scattate da Massimo Perugini e Silvia Diomedi che documentano il progetto Vedo a colori che, con i suoi murales, ha cambiato il volto del porto di Civitanova Marche. L’esposizione è a ingresso libero, ed è aperta tutti i fine settimana (sabato e domenica) dalle 17 alle 20, fino al 6 gennaio 2019.

Comments are closed.