MENU

Cinema Cecchetti

IL CAMPIONE al Cinema Cecchetti da giovedì 18 a martedì 23 – orario: giovedì 21.15; venerdì 20.30-22.30; sabato 18.30-20.30-22.30; domenica 16.30-18.30-20.30-22.30; lunedì 16.30-18.30-20.30; martedì 21.15

Il Campione, il film diretto da Leonardo D’Agostini, racconta la storia di Christian Ferro (Andrea Carpenzano), giovanissimo, pieno di talento, indisciplinato, ricco e viziato, è IL CAMPIONE, una rockstar del calcio tutta genio e sregolatezza, il nuovo idolo che ha addosso gli occhi dei tifosi di un’intera città e della serie A.
Valerio Fioretti (Stefano Accorsi), solitario e schivo, con problemi economici da gestire e un’ombra del passato che incombe sul presente, è il professore che viene affiancato al giovane goleador quando – dopo l’ennesima bravata – il Presidente del club decide che è arrivato il momento di impartirgli un po’ di disciplina. Tra i due all’inizio saranno scintille, ma presto si troveranno l’uno accanto all’altro, generando un legame che farà crescere e cambiare entrambi.

PANORAMICA
Anche se non è prettamente un film sul calcio, visto che pone al centro della storia un’amicizia, oltre ad essere un romanzo di formazione, Il Campione ci porta comunque in campo allo Stadio Olimpico e ruota intorno allo sport preferito dagli italiani.
Negli anni il cinema ha pescato spesso dal calcio, ma lo ha fatto quasi sempre attraverso la commedia, specialmente in passato, con Franco e Ciccio, Gigi e Andrea, Banfi e Sordi. Ci sono esempi anche drammatici o comunque più seri, come Ultimo minuto di Pupi Avati e Maradona – La mano de Dios di Marco Risi, ma in nessuno di questi film gli assi del pallone erano dei divi, delle celebrity proprio come le rockstar di una volta e le popstar di oggi.
E’ stato questo mutamento antropologico della figura del calciatore a spingere Sydney Sibilia e Matteo Rovere non solo a finanziare il film, ma a seguirlo in tutte le sue fasi. I due produttori, che da registi hanno portato una ventata d’aria fresca nel cinema italiano, hanno subito creduto nell’idea di un giovane regista di nome Leonardo D’Agostini, che ha scritto il soggetto con Angela Lattanzi prendendo spunto dai capricci di Balotelli di qualche anno fa. Alla sceneggiatura ha pensato invece Giulia Steigerwalt, a cui dobbiamo Moglie e Marito e Croce e Delizia. Prima di esordire con Il Campione, D’Agostini ha lavorato come sceneggiatore ed editor per serie tv come Il tredicesimo apostolo, Solo e Rosy Abate e ha diretto videoclip, corti e spot. Oltre ad amare il cinema, è un tifoso della Roma, che poi è la squadra in cui gioca Christian Ferro e che ha messo a disposizione di troupe e cast il suo quartier generale a Trigoria. Molti calciatori hanno dato consigli a Sibilia e Rovere, e Francesco Totti ha visto e amato il film.
I protagonisti de Il Campione sono Stefano Accorsi e Andrea Carpenzano. Il primo non è nuovo né al film in cui si parla di sport per parlare d’altro (prova ne è Veloce come il vento) né all’universo calcistico su grande schermo, avendo interpretato un arbitro nel film in bianco e nero di Paolo Zucca L’arbitro. Il secondo è uno dei giovani attori più promettenti del momento e si è fatto apprezzare prima in un piccolo ruolo ne Il permesso – 48 ore fuori di Claudio Amendola e poi in Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni e ne La Terra dell’Abbastanza dei fratelli D’Innocenzo. Nel cast de Il Campione ci sono anche Anita Caprioli, già “incontrata” da Accorsi in Santa Maradona, e, nel ruolo de Mister della AS Roma, Massimo Popolizio.
I film che hanno influenzato Leonardo D’Agostini per Il Campione e i suoi personaggi (personaggi agli antipodi) sono Il sorpasso di Dino Risi, Will Hunting – Genio Ribelle di Gus Van Sant e il francese Quasi amici.

CRITICA
Il campione e il professore. Il campione è quel fenomeno di Andrea Carpenzano, che il film se lo porta tutto sulle spalle con nonchalance, mentre il professore è uno Stefano Accorsi che ha l’umiltà e l’intelligenza di fargli da spalla, da gregario. Il calcio è ricostruito con attenzione nel suo backstage, in quel versante business che comina tutto, ma al centro di tutto ci sono i sentimenti, quelli veri. Certo, ci sono stereotipi, e la struttura del racconto procede in maniera un po’ meccanica e ovvia, ma questo qui è il cinema commerciale che serve e che manca in Italia. Complimenti a chi ha saputo prendere e portare al cinema temi, storie e personaggi che stavano lì ad aspettare da tempo che qualcuno lo facesse. (Federico Gironi -Comingsoon.it)

DATA USCITA: 18 aprile 2019
GENERE: Commedia, Drammatico
ANNO: 2019
REGIA: Leonardo D’Agostini
ATTORI: Stefano Accorsi, Andrea Carpenzano, Massimo Popolizio, Ludovica Martino, Mario Sgueglia, Anita Caprioli, Camilla Semino Favro
PAESE: Italia
DURATA: 105 Min
DISTRIBUZIONE: 01 Distribution
SCENEGGIATURA: Giulia Steigerwalt, Antonella Lattanzi, Leonardo D’Agostini
FOTOGRAFIA: Michele Paradisi
MONTAGGIO: Gianni Vezzosi
PRODUZIONE: Groenlandia con Rai Cinema in associazione con 3 Marys Entertainment

orario: giovedì 21.15; venerdì 20.30-22.30; sabato 18.30-20.30-22.30; domenica 16.30-18.30-20.30-22.30; lunedì 16.30-18.30-20.30; martedì 21.15

prezzo biglietto: intero € 5,00 – ridotto € 4,00 (fino a 18 anni, oltre i 65 e studenti universitari fino a 24 anni)

Leggi

IL MUSEO DEL PRADO – LA CORTE DELLE MERAVIGLIE al Cinema Cecchetti martedì 16 e mercoledì 17 – orario: 18.30-21.00

martedì 16 e mercoledì 17

La fantasia abbandonata dalla ragione genera mostri impossibili; unita ad essa è madre delle arti e origine delle sue meraviglie. _Francisco Goya Capolavori straordinari che raccontano la storia della Spagna e di un intero continente. Ci troviamo in uno dei templi dell’arte mondiale, un luogo di