MENU
Cecchetti d’essai 2017

Nuovo ciclo di Cecchetti d’essai

Il mercoledì in compagnia del Cecchetti d’essai continua anche in primavera. La rassegna curata da Michele Fofi e Peppe Barbera propone 4 nuovi appuntamenti con le pellicole più acclamate e premiate del 2017.  “È bello vedere la sala piena di persone che assistono alla proiezione di un film. Cecchetti d’essai conferma di essere una rassegna di alto profilo – afferma l’assessore alla Cultura Giulio Silenzi – e molto gradita dal pubblico perché offre spazio a storie che non hanno trovato il giusto spazio nella programmazione cinematografica, pur essendo degli ottimi lavori. È diventata importante per la nostra città perché affronta tematiche attuali e offre numerosi spunti di riflessione”. Aggiunge la presidente TDiC Rosetta Martellini: “Cecchetti d’essai oltre a essere ormai un luogo di incontro per appassionati di cinema si conferma un ulteriore strumento per diversificare la proposta cinematografica tradizionale delle nostre sale, coinvolgendo un pubblico sempre più ampio e offrendo visioni dal respiro internazionale, anche in lingua originale”.

Si inizia domani 29 marzo con il film Moonlight di Barry Jenkins, vincitore del Golden Globe e tre premi Oscar, per il miglior film, miglior attore non protagonista e per la migliore sceneggiatura non originale.

Un film silenzioso e spettrale che pedina il protagonista, un afro-americano che vive a Miami, in tre diverse fasi della sua vita, infanzia, adolescenza ed età adulta. Un racconto sulla discriminazione e sui pregiudizi della società americana e sull’accettazione della propria l’identità, sia essa sessuale che di razza.

Mercoledì 5 aprile è la volta di Jeckie, il film di Pablo Lerrain che racconta la tragica vicenda della first lady americana, nei giorni successivi l’assassinio di suo marito, il presidente stratunitense John Kennedy. Icona di stile nella moda e negli arredi del ‘900, Natalie Portman interpreta la vicenda della First lady più famosa della storia; una donna sconvolta dal dolore, ma coraggiosa  per la sua forza di stare vicino ai propri figli, di abbandonare la Casa Bianca e organizzare le esequie del marito.

I toni diventano più leggeri con l’appuntamento di mercoledì 12 aprile con Vi presento Toni Erdmann. La commedia di Maren Ade presenta uno spaccato della vita della generazione dei giovani di oggi, schiacciati da un futuro da conquistare a morsi e un passato da conservare. Una pellicola ricca di equivoci e di scherzi che conducono lo spettatore a una riflessione sull’esistenza.

L’ultimo appuntamento è mercoledì 19 aprile con il documentario I am not your negro di Raoul Peck, realizzato sfruttando il manoscritto incompiuto di James Baldwin Ricordate questa casa. La voce fuori campo è quella di Samuel L. Jackson. Un film che attua una esplorazione spietata della storia del razzismo negli Stati Uniti, costruita attraverso i ricordi dei leader dei diritti civili: Medgar Evers, Malcolm X e Martin Luther King, Jr. di Baldwin.

“Dopo aver trattato con successo un tema difficile come la violenza di genere – dichiara il curatore Fofi -, torniamo in zona comfort proponendo quattro dei film più interessanti degli ultimi Oscar. Stiamo dimostrando che esiste un modo diverso per proporre il cinema, come strumento non tanto per intrattenere ma per offrire spunti e chiavi di lettura per discutere e approfondire le più importanti questioni sociali etiche e antropologiche che appartengono al nostro vivere quotidiano e diventare così pura forma di cultura. Ora ci fermiamo per dedicarci esclusivamente alla terza edizione del Civitanova Film Festival”. 

Cecchetti d’essai nasce da un’idea di Michele Fofi e viene realizzato grazie all’associazione Fango&Assami con Peppe Barbera, e con il sostegno di Comune e Azienda dei Teatri di Civitanova. Ingresso a 4 euro, tutti gli spettacoli sono a proiezione unica al cinema Cecchetti alle 21.30.

Comments are closed.