MENU

Cecchetti d’essai, arriva il cinema d’autore

Novembre è il mese del cinema d’autore. Dal 4 al 25 novembre va in scena Cecchetti d’essai, la rassegna cinematografica presentata questa mattina dal sindaco Tommaso Corvatta, dal direttore TDiC Alfredo Di Lupidio, dalla presidente TDiC Rosetta Martellini, e dagli organizzatori Michele Fofi, di Fango & Assami, e Giuseppe Barbera.

“La nostra città risulta viva anche nel campo dell’arte cinematografica – dichiara Corvatta -. Lo testimoniano le tecnologie 4k esistenti nelle nostre sale e le rassegne di qualità, che a Civitanova sono in un trend di crescita”.

Quattro le pellicole in visione, ogni mercoledì del mese al cinema Cecchetti, scelte per il loro valore artistico, formale, di sperimentazione sul linguaggio cinematografico e di impegno sociale. Lo spettatore sarà coinvolto anche attivamente: infatti chi assisterà ad una proiezione potrà esprimere una preferenza sulle pellicole d’autore che vorrebbe vedere nei prossimi mesi.

“Per questa rassegna abbiamo creato il logo ad hoc – ricorda Di Lupidio -, e vorremmo programmare un cartellone anche per il 2016. A Civitanova ci sono due sale storiche che tengono il passo con i tempi dal punto di vista tecnologico e che hanno una attività continua e di valore”.

Prosegue Martellini: “Cecchetti d’essai offre continuità ai festival estivi, tra cui quello di settembre dedicato al cinema, e permette di valorizzare competenze professionali del territorio. Stiamo lavorando sul cinema come strumento di accessibilità. Le nostre sale sono dotate del sistema di induzione magnetica, ma vogliamo andare avanti, con film in lingua originale sottotitolati”. Fofi spiega uno degli obiettivi dell’iniziativa: “Vogliamo riuscire a collocare film di valore che non hanno avuto la giusta visibilità: basti pensare che ogni anno in Italia si producono circa 200 pellicole e solo 50-55 vengono proiettate”.

Si parte il 4 novembre con Non essere cattivo: il film postumo di Claudio Caligari prodotto dall’amico Valerio Mastandrea, è stato scelto per rappresentare l’Italia agli Oscar, nella selezione per il miglior film in lingua straniera.

L’11 novembre è la volta di Taxi Teheran, un documentario iraniano interpretato e diretto da Jafar Panahi, realizzato nonostante il divieto di fare cinema per 20 anni impostogli dal governo. Si tratta di un ritratto della capitale iraniana, ambientato in un taxi di Teheran che è guidato dallo stesso regista.

Yann Demange è, invece, il regista del film ’71, in programma il 18 novembre. Artista esordiente, ha catturato l’attenzione dei critici al Festival internazionale di Berlino, con il suo dramma spiazzante e coraggioso sulla tragedia dell’Ulster.

La rassegna si conclude il 25 novembre con Eden di Mia Hansen-Løve, un affresco generazionale ambientato nella scena house parigina di fine anni ’90, uscito lo scorso agosto in poche sale italiane.

“Voglio ringraziare tutta la Fango & Assami, composta anche da Andrea Nataloni, Noemi Bacchi, Tiziano Palestrini e Diego De Carolis – conclude Barbera -. Per noi la rassegna è occasione di incontro, confronto ed educazione culturale. L’obiettivo è ripristinare l’idea che il cinema sia di tutti: il prezzo popolare a 4 euro ne è un esempio”.

Cecchetti d’essai è in programma tutti i mercoledì del mese di novembre, alle 21.30, al cinema Cecchetti ed è organizzata da Michele Fofi e la Fango&Assami, in collaborazione con il Comune e l’Azienda dei Teatri di Civitanova.

Per informazioni http://www.fangoeassami.it.

 

Cecchetti-dEssai-245x350

Comments are closed.