MENU

Data storica per Civitanova: domani in scena La traviata

Civitanova Marche riabbraccia il mondo dell’opera dopo anni di assenza. La traviata di Giuseppe Verdi inaugura domani venerdì 23 marzo la nuova stagione lirica al Teatro Rossini. È quindi una data storica per la città che ha dato i natali a celebri musicisti e cantanti, tra cui il basso-baritono Sesto Bruscantini che, proprio al Teatro Rossini (allora Teatro Beniamino Gigli) debuttò ne La Geisha di Sidney Jones e successivamente cantò ne La bohéme di Puccini nel ruolo di Colline.

Alle 21 gli spettatori si troveranno immersi nell’atmosfera parigina. Il letto è l’elemento che caratterizza la regia di questa Traviata, e rappresenta il dolore e la morte di Violetta. Presente in scena già dal preludio, questo simbolo prende forme differenti nel corso della recita, accompagnando la storia d’amore tra i due protagonisti: si trasforma in una tavola imbandita, poi in panchina, in tavolo da gioco per tornare alla sua forma iniziale. La particolarità del letto è la sua forma pentagonale. Il numero cinque, come significato arcaico, simboleggia la somma dei primi numeri: due per il femminile e tre per il maschile. Ma anche i cinque sensi che sono indicati nel letto stesso; l’udito (liuto), la vista (specchio), il gusto (cesto di frutta), l’olfatto (mazzo di ori) e il tatto (ermellino).

Sul palco civitanovese saliranno Paola Antonucci nel ruolo di Violetta Valery, Valerio Borgioni in quello di Alfredo Germont, mentre Gianpiero Ruggeri interpreterà il padre, Giorgio Germont. La regia è di Fabrizio Angelini, le scene sono di Luigi Ciucci e i costumi di Arianna sartoria. La direzione d’orchestra è affidata al Maestro Alfredo Sorichetti.

Il cast si completa con Mara Gaudenzi (Flora Bervoix), Liliana Aiera (Annina, serva di Violetta), Stefano Consolini (Gastone, Visconte di Létorières), Michele Soldo (il barone Douphol), Davide Filipponi (il marchese), Niccolò Pelusi (Il dottor Grenvil), Francesco Amodio (Giuseppe, servo di Violetta), Andrea Ghiglia (un domestico di Flora), Alessio De Vecchis (un commissario), i ballerini Cristian Cesinaro, Nyreen Di Sante, Giovanni Di Tizio, Arianna Fabiani, il Coro Associazione Ventidio Basso diretto da Giovanni Farina e l’Orchestra Sinfonica Puccini.

Ultimi biglietti acquistabili anche online su http://www.liveticket.it/teatridicivitanova. I possessori del BONUS CULTURA, possono comprarli scegliendo la tariffa riservata 18app e Carta Docente.

Prezzi da 30 a 50 euro, ridotti da 25 a 45 euro. La stagione lirica di Civitanova all’opera, diretta dal Maestro Alfredo Sorichetti, è organizzata dal Comune di Civitanova e dall’Azienda dei Teatri, in collaborazione con l’Associazione Musicale Gilfredo Cattolica.

Info: 0733/812936, www.civitanovaallopera.it.

Comments are closed.