MENU
FDM_partner

I Festival e il territorio

La città si prepara a vivere un’estate ricca di eventi e “abbraccia” in un sostegno importante “I Festival di Civitanova” a testimonianza che i “fatti culturali” fanno ormai parte dell’identità cittadina e ne rappresentano un’anima importante in costante e vivo dialogo con la vocazione imprenditoriale che da sempre la connota. In questo sostegno un ruolo particolare è quello espresso dal Centro Commerciale Il Cuore Adriatico. Questa mattina i direttori artistici dei tre Festival Rive, Futura e Civitanova Danza, Giorgio Felicetti, Gino Troli, Gilberto Santini, insieme alla presidente TDiC Rosetta Martellini, alla direttrice del Centro Commerciale Il Cuore Adriatico Giulia Gamberini, e all’assessore comunale Piergiorgio Balboni hanno presentato le ultime novità e i partner delle manifestazioni estive.

“Il Centro Commerciale si offre quale partner delle iniziative proposte dall’Azienda dei Teatri di Civitanova – afferma Gamberini -, sostenendo il variegato programma che si svilupperà sul territorio civitanovese. Sostegno unanime del Consiglio Direttivo del Centro alla presentazione di tutte le attività culturali che caratterizzano i tre Festival. Il Cuore Adriatico non solo come cuore dello shopping ma come cuore del territorio e delle sue manifestazioni artistiche”.

Questo “abbraccio” coinvolge anche chi nel territorio opera da anni e con grandi risultati. Ne è un esempio il rapporto con le scuole di danza della città che da sempre accompagnano con entusiasmo e competenza la vita di Civitanova Danza. A loro va un ringraziamento particolare. Art sem fronteira di Manuela Recchi, il Centro Culturale del Balletto di Loretta Gamberini e il Laboratorio Danza Duepuntozero di Sara Gagliardini con alcuni allievi hanno fatto battere questa mattina il Cuore Adriatico, danzando sulla hit di Elisa, Love me forever. “Questi tre Festival cercano una bellezza in arte per tutti, in mezzo alla gente – ha affermato Santini”. Massimo coinvolgimento del territorio anche per Rive: “Un contenitore – ha dichiarato Felicetti – dove viene posto in primo piano l’ambiente umano. Dal primo luglio racconteremo tante storie”.

Con lo stesso spirito di partecipazione e condivisione, proprio in questa settimana, viene lanciato un sondaggio dall’hashtag #caromio, per omaggiare Annibal Caro, nei 450 anni dalla sua morte. Le persone saranno chiamate a partecipare per decidere la parola più “cara” da una selezione di 20 termini che oggi non si usano quasi più. Per ricordare la sua grande opera di traduzione, Futura Festival dedicherà una serie di appuntamenti all’illustre concittadino e ha deciso di adottare e fare proprie alcune parole usate nei libri dell’Eneide, tradotti appunto da Caro. Chiunque potrà partecipare, a titolo completamente gratuito. Le parole più votate troveranno poi “nuova vita”. Essendo infatti Vita Nova il tema di questa quarta edizione di Futura, i protagonisti del Festival, cercheranno di aggiornarne il significato in contesti contemporanei. “Tra le novità – ha detto Troli – il Dopofestival curato da Valentina Conti che si terrà tutte le sere di Futura dopo le 23.30, alla cantina Fontezoppa”.

Di questa vitalità e scambio costante con i tanti interlocutori sul territorio locale e nazionale, sono attratti e ne beneficiano anche le imprese che hanno deciso di affiancarsi ai Festival di Civitanova. Quest’anno, per la prima volta, il Centro Commerciale Cuore Adriatico è il main sponsor dei tre grandi eventi.

Accanto a loro la BCC di Civitanova Marche e Montecosaro come sponsor, mentre partner tecnici sono QN, Miramare, Fontezoppa, Pellegrini Garden, Arredamenti Maurizi, Varnelli, Auto 90 Srl e Adriatica Pubblicità. “Ringraziamo tutti i partner – ha concluso Martellini – perché condividono con noi gli stessi intenti e obiettivi, un mio ringraziamento personale è anche per il direttore Alfredo Di Lupidio, motore operativo di tutti i nostri Festival”.

Comments are closed.