MENU

Piazza Conchiglia Summer

Dopo le due serate d’anteprima di giovedì e venerdì scorso, i riflettori di Piazza Conchiglia si accendono a partire da domani, domenica 19, sull’edizione 2020 che lancia l’estate civitanovese.

Con il patrocinio del Comune di Civitanova, il prezioso sostegno dell’Azienda dei Teatri la kermesse di musica, spettacolo, riflessione e buona ristorazione organizzata da Mescola, Vicolo Marte e Vintage Caffè, torna a far parlare di sé, lanciando un messaggio di speranza e forza che attraverserà tutta l’estate fino a traghettarci al 13 di settembre.

Piazza Conchiglia apre infatti l’estate di Civitanova con una edizione volta a spazzare via le difficoltà di questi ultimi mesi grazie al pensiero libero di un compositore simbolo di grande positività: Ezio Bosso.

È a lui che quest’anno il salotto a cielo aperto di Civitanova Marche tributa due mesi di programmazione musicale dove ogni appuntamento, tre alla settimana (giovedì, venerdì e domenica), sarà introdotto da un brano del grande Maestro recentemente scomparso.

Non è un caso che sia proprio lui a siglare la rassegna di quest’anno. E non per mera piaggeria, quella di omaggiare chi non c’è più. Ma perché mai come ora, Ezio Bosso rappresenta una risposta concreta all’incertezza e al clima di terrore che ci attanaglia.

Nel lontano 2003, fu chiesto a lui di lavorare alla colonna sonora di “Io non ho paura” di Gabriele Salvatores. In quel caso si parlava di mafia ma il concetto di cui si fa interprete, quella risposta all’immobilità, incarna tutta la vita di Ezio Bosso.

A intessere la programmazione di Piazza Conchiglia Summer, anche quest’anno la consulenza artistica di Luca Orselli impegnato nella narrazione musicale del giovedì e della domenica.

Le rassegne settimanali saranno infatti tre. Si inizierà il giovedì con “Music&Art”, una rassegna improntata alla leggerezza e al divertimento che mescola musica e arti sceniche e di strada. Il venerdì a suonare saranno i grandi collezionisti di vinili con “Vinyl Collectors”, una rassegna che porterà in piazzetta la grande storia musicale raccolta in tanti anni da grandi appassionati del disco. La domenica invece torna come da grande tradizione la rassegna jazz “Sounds Good”, con grandi proposte del jazz a calcare il palco della piazzetta.

E si inizia proprio dalle buone vibrazioni della musica regina dell’improvvisazione con il concerto di domenica alle 21.30 che vedrà esibirsi Marco Pacassoni al vibrafono ed Enzo Bocciero al pianoforte.

 

IL CONCERTO DI DOMENICA. Il modo in cui questi due musicisti interagiscono, meglio noto come “interplay”, è qualcosa che hanno sviluppato in quasi quindici anni di collaborazione, coronati l’estate scorsa con un tour orientale di dieci concerti, dove in qualità di ospiti dell’Istituto Italiano di Cultura, hanno suonato a Hong Kong, Pechino e Osaka. Questo rapporto musicale si è rafforzato grazie al lavoro con il “Marco Pacassoni Quartet”, che comprende tre album di composizioni originali “Finally!”, “Happiness” e “Grazie!” e l’album ”Frank & Ruth”, un omaggio alla musica di Frank Zappa e Ruth Underwood. Degno di nota è che “Happiness” è stato selezionato dal giornalista americano Brent Black come uno dei migliori album pubblicati nel 2015, rimanendo nelle classifiche di iTunes per mesi, e “Grazie” è stato definito dal giornalista Steven Cerra (di “JazzProfiles” ) come “una esperienza musicale molto gratificante”. Hanno suonato dal vivo in molti festival e club, per citarne alcuni: Fano Jazz by the Sea, Estival Jazz – Lugano, Adams Percussions Festival – Holland, Hallein International Percussion Festival –  Austria, Festival Verdi – Parma, Piacenza Jazz Festival, Sant’ Elpidio Jazz Festival, 900Musica Festival – S.Maria Nuova, Blue Notes – Milano, Auditorium Parco della Musica – Roma, La Casa del Jazz – Roma, Bravo Caffè – Bologna, DayTwenty9 – Caserta, Ricomincio da tre – Perugia. Domenica eseguiranno brani dei loro album, insieme a famosi standard jazz.

 

 

I PROSSIMI APPUNTAMENTI. La rassegna del giovedì, “Music&Art” spazierà tra tantissimi generi. Il 23 luglio sarà la volta dei Super Tele e del loro indie pop mentre il 30 luglio ci sarà la musica d’autore di Marco Martellini Trio. Agosto si aprirà il 6 con il latin jazz di Brazil Pra Leti per poi procedere il 13 con il folk e la musica popolare di Sambene e quella del Sud America di Cumbia Poder il 20. Si cambia totalmente genere il 27 agosto con Marco Saltari e il suo rock, blues con qualche influenza raggae. Settembre è invece tutto dal sapore blues con Blackwoods il 3 settembre e Gunter Hotel il 10.

 

La domenica, “Sounds Good” mescolerà atmosfere prevalentemente jazz con qualche incursione nella world music e nell’autoralità. Dopo l’apertura in grande stile con la data di Marco Pacassoni ed Enzo Bocciero, infatti, il 26 luglio torna la grande poesia di Lucio Matricardi con la sua musica d’autore. Ad agosto il 2, Incipit Suite navigherà nelle acque della world music e si continuerà in quei mari anche il 9 con Rakonto. Il 16 agosto arriva in piazzetta la bella voce di Marta Giulioni Quartet, in perfetto stile jazz, il 23 è la volta di una chicca quella del trio Di Gregorio, Manzi, Dominici. Il percussionista di Paolo Conte, allievo di Abbado, calcherà il palco esibendosi alla marimba, accompagnato dal maestro Massimo Manzi alla batteria e Giacomo Dominici al contrabbasso. Il 30 agosto tra jazz e world music ci sarà l’IKKI Quartet mentre a settembre, due appuntamenti, il 6 con Ibrido PopString un incontro tra il pop e la musica classica e il 13 con il jazz del duo piano e voce di Marinelli-Ghiotti.

 

Comments are closed.