MENU

Prorogate le mostre di Rive

Rive è stato un successo totale, su tutti i fronti: grande partecipazione di pubblico, apprezzatissimi gli eventi, code a molte delle postazioni, anche a quelli fuori orario, come il cinema a tarda notte o gli incontri nelle prime ore dei pomeriggi festivi, interazione forte con la città”. Entusiasta il commento del direttore artistico Giorgio Felicetti che annuncia anche la proroga dell’apertura delle mostre allestite presso le Palazzine Liberty del Lido Cluana: Epicentro 11, l’arte per ricostruire l’arte a cura di Progetti Arch&Co e Terra/Mare Spazio Pubblico e Rigenerazione Urbana allestita da SAAD Ateneo Architettura Design UNICAM (A.Concetti, E. Montevidoni) e GAM (Giovani Architetti Macerata). Le esposizioni, cura di Marchebestway, con il contributo di YDA Enjoy your day, rimangono aperte fino a domenica 16 luglio, con apertura quotidiana dalle ore 18.

.La profondità dei temi, il continuo navigare tra le religioni, i riti, i miti, tra le novità librarie e artistiche dell’anno, i concerti, gli spettacoli, hanno attirato non solo tanta gente, ma anche personaggi e media nazionali, come la trasmissione Fahrenheit di Rai Radio3 che ha dedicato una diretta al festival, o del calciatore Roberto Baggio, che ha scritto al direttore artistico una toccante lettera, letta in apertura di Festival.

“Siamo molto contenti – prosegue Felicetti – perché avevamo proposto un cartellone senza grossi nomi di richiamo o molto popolari, ma basati soltanto sui forti contenuti e sulla qualità degli ospiti, eppure il pubblico di Rive quest’anno è quasi raddoppiato! Si sono sviluppati nel corso di questi cinque anni, un rapporto e un legame simbiotici con Civitanova, il festival rispecchia la città, la città si riconosce in Rive. Abbiamo cercato sempre più un’interazione forte tra Rive e la città, che si è proposta, si è mostrata, ha dato contributi di idee veramente importanti, anche per il futuro di Civitanova, per la sua salute, per la sua rigenerazione urbana, per lo sport, per la qualità del cibo. Non possiamo dimenticare facilmente la partecipazione e l’abnegazione di tanti giovani architetti dell’Università di Camerino e del G.A.M., dei giovani artisti figurativi che hanno allestito la mostra Epicentro 11, dei medici dell’Ospedale di Civitanova come il dott. Riccardo Centurioni ed il dott. Cesare Carlucci, dei ristoratori della città che hanno sviluppato un discorso su cibo e salute, le aziende civitanovesi leader nei propri settori che hanno voluto sponsorizzare il Festival, le associazioni culturali e sportive che hanno regalato dimostrazioni di come la città possa vivere i suoi spazi con il gioco e nel divertimento collettivo. Rive per i tre giorni del Festival, ha ridisegnato gli spazi della città del mare, reinventandone l’utilizzo e la scenografia. Civitanova è apparsa bellissima”.

Il Sindaco Ciarapica e il neo Assessore alla Cultura Maika Gabellieri, presenti nella tre giorni di manifestazione, hanno dimostrato il loro apprezzamento al Festival, tanto da decidere la proroga dell’apertura delle mostre.
Rive Festival è stato organizzato dal Comune, dall’Azienda dei Teatri di Civitanova e dall’associazione EstEuropaOvest. Clinica Lab, laboratorio analisi chimico cliniche e banca BCC – Credito Cooperativo Civitanova Marche e Montecosaro sono stati i main sponsor. Gli sponsor sono stati Massetani biciclette, ATAC e YDA Enjoy your day, mentre i partner tecnici erano Marvel Adv, Moim costruzioni e Libriammare.

Comments are closed.