MENU
Rive Festival

Rive Festival presenta la quarta edizione

Il filo conduttore della quarta edizione di Rive è l’ambiente di mare e il Festival mette Civitanova al centro del Mediterraneo. Dall’1 al 5 luglio, storie di culture, ambiente, beni comuni, musiche, teatro, cinema, romanzi si alternano in un susseguirsi di appuntamenti presentati questa mattina dall’assessore alla Cultura Giulio Silenzi, dalla presidente e dal direttore TDiC Rosetta Martellini e Alfredo Di Lupidio e dal direttore artistico Giorgio Felicetti. 

“Mai come quest’anno è massiccia la presenza di donne – afferma Felicetti – nel programma della manifestazione tra scrittrici, artiste, giornaliste e registe”. I porti del Mediterraneo sono i protagonisti della quarta edizione: a partire da quello di Napoli, a cui è interamente dedicata la giornata di domenica 3 luglio. Sui vari palchi si incontrano Daniela De Crescenzo, che raccoglie le confessioni di Gaetano Vassallo, e racconta della Terra dei Fuochi, poi Antonio Maldestro, ragazzo di Scampia, che si affranca da una sorte già scritta e attraverso il teatro e la musica, diventa uno dei cantautori emergenti della nuova generazione, quindi Teresa De Sio, voce storica di Napoli, la brigantessa della musica del Sud.

Ci sono poi i porti medio-orientali che portano nei caffè di Gerusalemme, con la musica incantevole dei Radiodervish e quello dell’isola di Leros, in Grecia, con la scrittrice Simona Vinci che presenta il suo ultimo romanzo, La prima verità, fresco finalista al premio Campiello 2016.

Altro tema conduttore di Rive è l’ambiente familiare, argomento mediatico su cui si è discusso di più durante l’ultimo anno in Italia. La famiglia campione è l’ironico titolo della prima giornata: i legami, le nuove e vecchie modalità di concepire la famiglia nella nostra società, sono al centro del Forum di apertura del primo luglio, con la giornalista Camilla Ghedini, il poeta Umberto Piersanti, l’attrice Gianna Coletti. Al rapporto genitori-figli sono dedicati numerosi momenti, dai laboratori agli spettacoli per tutte le età. La giornata di venerdì si chiude con il film La sposa bambina, della regista yemenita Khadija Al-Salami, in collaborazione con Amnesty Internazional.

Il Festival dedica una particolare attenzione all’infanzia e rivolge ai più piccoli giochi, teatro ed esperienze formative, dalla conoscenza del mondo stellato all’alimentazione, dallo Yoga Family Day al corso di mini sub.

“Un programma ricco e stimolante – sostiene Martellini – che risponde a tanti interessi e più curiosità. Si lega, insieme a tutti i Festival della città, a un percorso del dialogo, un momento di incontro che sta caratterizzando la città”. Sulla qualità della manifestazione interviene anche Silenzi: “Per questa edizione, che evidenzia un salto di qualità, siamo riusciti a garantire un piccolo incremento di bilancio. L’intrattenimento culturale, il divertimento si mescola in maniera magistrale con la riflessione”.

La quarta edizione del Festival è sicuramente caratterizzata anche da un arco musicale cantautorale: dal giovane emergente Maldestro, passando per un toccante piccolo omaggio a Gianmaria Testa, si arriva al canto mediterraneo dei Radiodervish, attraversando il nuovo folk d’autore di Teresa De Sio, fino ad arrivare al “principe” dei cantautori, Francesco De Gregori, sul palco dell’Arena del Mare il 5 luglio. Il concerto finale, realizzato in collaborazione con Tyche, è l’unico evento a pagamento, tutto il resto della programmazione è a ingresso gratuito. Per i laboratori a numero chiuso è consigliata la prenotazione. 

Conclude Di Lupidio, “Speriamo di risolvere a breve le questioni logistiche organizzative che interessano l’area portuale”.

Rive Festival è organizzato in collaborazione con l’Amministrazioone comunale, assessorato Cultura e Turismo, l’Azienda dei Teatri e l’Associazione EstEuropaOvest. Ha il sostegno del Cuore Adriatico come main sponsor, e della BCC di Civitanova Marche e Montecosaro come sponsor. Partner tecnici sono QN, Miramare, Fontezoppa, Picchionews e Pellegrini garden.

Per info www.rivefestival.it.

Comments are closed.