MENU
teatro-per-bambini

Al via la quinta edizione di A teatro con mamma e papà

Sei appuntamenti di teatro per bambini. Da domenica 4 dicembre parte A teatro con mamma e papà, la rassegna teatrale, alla quinta edizione, presentata questa mattina dall’assessore alla Cultura Giulio Silenzi, dalla presidente TDC Rosetta Martellini e dal direttore artistico Marco Renzi. 

“La manifestazione rappresenta una forma di intrattenimento piacevole – afferma Silenzi – e un’occasione per sensibilizzare i bambini verso la cultura. C’è bisogno di questa educazione nella vita di tutti i giorni: senza la cultura non si va da nessuna parte”. 

Fino ad aprile, il Teatro Annibal Caro di Civitanova Alta si prepara ad accogliere le famiglie con numerosi personaggi provenienti dal mondo della fantasia. “Una proposta di assoluta qualità che ogni anno ha visto crescere il pubblico – prosegue Martellini -. I più piccoli possono godere, assistendo allo spettacolo, anche della bellezza del teatro cittadino. Inoltre, come per gli altri appuntamenti del cartellone invernalesono previsti dei biglietti gratuiti per gli sfollati dalle case terremotate dell’entroterra, attualmente ospitati in città”.

Il cartellone del teatro per bambini

Ad inaugurare il cartellone c’è il Teatro Telaio di Brescia, con lo spettacolo Storia di un bambino e di un pinguino. Domenica 4 dicembre, la compagnia lombarda racconta una  storia buffa per parlare di mondi sconosciuti che si incontrano, della difficoltà di comunicare e comprendere chi è altro da noi, di un oceano da solcare per far crescere in noi affetto ed amicizia. Una ricetta per diventare grandi. “Un titolo non attrattivo quanto gli altri – sostiene Renzi – ma lo abbiamo scelto perché si tratta di uno spettacolo straordinario, una vera rivelazione, non solo in Italia, che utilizza linguaggi nuovi”.

Dopo le feste natalizie, domenica 8 gennaio, è la volta de Il pifferaio magico, la fiaba musicale più famosa di tutti i tempi. Il Teatro dei colori di Avezzano porta in scena una nuova antica storia, liberamente tratta dal celebre racconto dei Fratelli Grimm. Uno spettacolo di teatro nero, che appare come un’arte visiva in movimento, dove il vero protagonista forse non è un magico pifferaio, ma l’immaginazione libera ed irrefrenabile dei bambini.

Raperonzola è il terzo titolo in cartellone. La compagnia protagonista di domenica 22 gennaio è la Rosaspina di Forlì, che interpreta la favola dei Fratelli Grimm. Il ciuffo di raperonzoli, che crescono nell’orto proibito della strega, sono la causa della disavventura della bella fanciulla protagonista. Arriverà il principe a salvare la ragazza?

Domenica 5 febbraio c’è lo spettacolo vincitore del premio Biglietti d’oro AGIS-ETI per il successo di pubblico conseguito: Pippi Calzelunghe. Arriva a Civitanova Alta il racconto della bambina fuori da tutti gli schemi che è diventata famosa per la sua simpatia e capacità di comunicare, di cercarsi guai e di comportarsi in maniera un po’ rude con la stessa libertà dei maschi. Inimitabile agli occhi di più generazioni, la storia è una riduzione teatrale coprodotta dalla Fondazione Aida, da Glossateatro e da Papagena (Norrköping – Svezia).

Domenica 19 marzo, con Pulcinella Mon Amour, i bambini vengono proiettati nel divertente mondo della commedia dell’arte. Strutturato come un grande Carnevale di maschere e tamburi, lo spettacolo della compagnia del Teatro Bertolt Brecht di Formia, narra la difficile vicenda esistenziale di Pulcinella, la maschera in bianco e nero dai mille volti sempre in fuga da qualcosa o qualcuno. Una storia autentica, divertente, ironica ma grottesca e con risvolti amari.

La chiusura del teatro per bambini è domenica 2 aprile con Il brutto brutto anatroccolo. Proscenio Teatro di Fermo reinventa questa nota fiaba danese la cui metafora appare più attuale che mai, riscrivendola completamente, al punto di crearne una nuova. Un racconto dove è possibile divertirsi, identificarsi e partecipare, per vivere insieme una bella e significativa storia. Il brutto brutto anatroccolo prosegue la ricerca che Marco Renzi porta avanti da sempre, quella di creare una drammaturgia su misura per i più piccoli, in grado di raccontare in maniera giocosa e incisiva il mondo in cui tutti viviamo, perché a loro sarà affidato il compito di migliorarlo.

“Prima di ogni spettacolo c’è un gioco reso possibile dal contributo degli sponsor – conclude Renzi – che aumenta il clima di gioia e divertimento e radica ancora di più la stagione”.

Tutti gli spettacoli sono alle 17, con ingresso unico a 6 euro e possibilità di abbonamenti e riduzioniA teatro con mamma e papà, organizzata da Proscenio Teatro e Teatri in Rete, è promossa dall’Amministrazione comunale, dall’Azienda dei Teatri e da AMAT.

a-teatro-con-mamma-e papa

A teatro con mamma e papà

Share

Comments are closed.