MENU

Bambini, arriva in scena “O quanti belli colori”

Domenica 29 marzo va in scena al Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche l’ultimo appuntamento della stagione di teatro per ragazzi e famiglie A teatro con mamma e papà. 

La rassegna si conclude con lo spettacolo dei Teatri Comunicanti O quanti belli colori, liberamente tratto da “Cappuccetto Rosso Verde Giallo Blu e Bianco” di Bruno Munari.

Un Attore-Imbonitore, Giullare e Cantastorie, un tavolo lungo lungo, un mucchio di oggetti, un libro di incredibile e fantastica visione, una storia nota a chiunque, una pentola piena di colori, un mestolone di legno…

Tempo di cottura 60 minuti… ed ecco pronto lo spettacolo, unica premura, servire ben caldo. Bruno Munari anni or sono prende una delle storie più semplici e popolari che esistano, “Cappuccetto Rosso” e, con la sua inesauribile fantasia, pensa di dare al cappuccio una serie di colori diversi dal classico Rosso, così Cappuccetto diventa Verde, Giallo, Blu ed anche Bianco.

Ogni volta che il cappuccio cambia colore cambiano anche i connotati della celebre storia.

Nel Verde del bosco sono le rane che aiutano Cappuccetto Verde a salvarsi dalle fauci del Lupo.

Nella versione Gialla il bosco è una metropoli contemporanea intasata di traffico e rumori, il Lupo è un tassista e sono i canarini ad aiutare Cappuccetto Giallo a raggiungere la casa della Nonna.

Il bosco del Blu diventa il Mare, la Nonna abita su un’isolotto nelle cui acque si muove il terribile Squalo/Lupo.

Nel Bianco tutto è coperto di neve; alberi, case, strade, tutto, non si vede altro che bianco, ed è forse proprio in questa storia che Munari raggiunge un picco poetico grazie anche alla collaborazione nella stesura del famoso musicista americano John Cage, autore di quel celebre brano musicale che oramai è parte della storia della musica moderna, “Silenzio”, brano in cui non si sente assolutamente nulla.

Lo spettacolo è giocato da un personaggio che assume in sé le caratteristiche di più figure; il bagatto delle carte, il giullare delle corti, l’imbonitore delle fiere, è lui, solo lui a condurre la narrazione ed il viaggio attraverso i colori delle storie.

Sopra un tavolo lunghissimo figure strane, derivate dalla nostra quotidianitià, prendono vita e diventano imprevedibili personaggi delle varie storie.

Proprio così, ad ogni colore e ad ogni versione del racconto è stato avvicinato un materiale; legno per il Verde, metallo per il Giallo, plastica per il Blu, stoffa per il Bianco.

E’ con queste materie che l’attore gioca, supportato da una scenografia musicale espressamente scritta per lo spettacolo, ne conduce il racconto, ne interpreta i ruoli, le voci, gli ambienti, conducendoci in un viaggio all’insegna della creatività e della semplicità.

 

Il biglietto può essere acquistato lo stesso giorno dello spettacolo al Teatro Annibal Caro a partire dalle ore 15,30, oppure prenotato telefonicamente presso “eventi culturali” dal lunedì al venerdì, ore 9/14 al 0734 902107 / 346 6286586 – 335 5268147. Ingresso unico € 5.00.

Sono attivate settimanalmente delle promozioni sulla pagina Facebook di “eventi culturali” che permettono di acquistare il biglietto ad un prezzo scontato.

Invita i tuoi amici a teatro in una delle date del cartellone. Prezzo del biglietto scontato per tutto il gruppo € 4,00. Auguri dal palco al festeggiato. Prenotazione obbligatoria.

Comments are closed.